L’ECONOMIA DELLA FILIERA ALIMENTARE

Nello scorso articolo abbiamo parlato del concetto di “filiera alimentare”, osservando la sua complessità. L’efficienza della filiera è un requisito fondamentale, che ha poi forti riflessioni anche sul consumatore finale e sul successo delle singole aziende che intervengono.

Una filiera efficiente consente di ridurre costi e tempi, di assicurare un approvvigionamento in linea con le richieste e di arrivare al consumatore corretto.

Per raggiungere tali obiettivi il COORDINAMENTO è fondamentale, ma cosa intendiamo con questa parola? Il coordinamento lunga la filiera è la capacità di collaborare con le aziende che operano nella medesima filiera, quindi stringere accordi, stabilire regole e ottenere dei vantaggi.

Forse un esempio pratico potrebbe aiutare a capire quanto sia importante tale concetto;

ESEMPIO

Prendiamo come esempio la filiera del pomodoro conservato, dove le fasi principali sono: coltivazione e raccolto, trasformazione, distribuzione e commercializzazione.

La fase di produzione primaria (coltivazione del pomodoro) deve trovare la strategia per vendere il proprio prodotto all’azienda di trasformazione; se le due parti non si coordinassero, quindi non si parlassero e prendessero accordi, si otterrebbe facilmente una situazione disastrosa: la fase primaria produrrebbe magari un prodotto con caratteristiche non idonee, in tempi errati, in quantità non adeguate. La fase secondaria non avrebbe un prodotto al prezzo desiderato, in quantità corrette e dalle caratteristiche ricercate.

Per evitare questa situazione, oltre ad una mentalità aziendale orientata al risultato, servono strumenti legislativi in grado di favorire la creazione di reti e contatti; a tal proposito sono nati i CONTRATTI QUADRO e le RETI DI IMPRESA.

NETWORK DI IMPRESE

Il CONTRATTO QUADRO è una forma contrattuale che consente proprio di andare a stabilire regole precise e dettagliate per favorire l’ingresso di un prodotto/materia prima all’interno di una filiera, giungendo poi più facilmente al consumatore finale.

Il contratto ha una durata pre-stabilita, può essere rinnovato, e se i vincoli non sono rispettati possono essere previste specifiche conseguenze. I contratti sono molto dettagliati, e permettono di accordarsi su tre temi fondamentali: IL PREZZO, LA QUANTITA’ E LA QUALITA’.

In questo modo la fase primaria saprà quanto deve produrre, con quali modalità, e quale sarà il prezzo che gli verrà riconosciuto nel momento in cui il prodotto rispetta le specifiche del contratto.

In questa forma contrattuale il livello di dettaglio è molto elevato, e spesso si prevedono le modalità di coltivazione, i trattamenti, la raccolta, i parametri chimico-fisici (es. pH, gradi Brix, attività dell’acqua…in base al prodotto) alla consegna.

La fase di trasformazione, invece, avrà la garanzia di un approvvigionamento che rispetta le caratteristiche desiderate, ad un certo prezzo, potendo fare previsioni attendibili garantendo la produzione di determinati quantitativi.

Un’altra forma contrattuale che garantisce il coordinamento di filiera è la RETE DI IMPRESA, da poco diffusa anche nel settore alimentare.

Con questo strumento si ha la possibilità di realizzare un vero e proprio network di aziende, dove solitamente si distingue l’azienda leader e altre aziende coordinate.

La rete di impresa persegue soprattutto obiettivi strategici, quindi si coordina per svolgere investimenti sia in ambito commerciale che nell’area marketing o di R&S. La rete di impresa tutela gli interessi della filiera, favorisce l’innovazione e la penetrazione in nuovi mercati.

Aziende piccole che da sole non riuscirebbero a perseguire tali obiettivi, hanno così la possibilità di coordinarsi e concentrare le risorse per raggiungere gli obiettivi desiderati.

Conoscere il concetto di filiera alimentare è quindi fondamentale per chiunque operi in un’azienda alimentare, perché da tale concetto nascono strumenti utili che permettono di raggiungere obiettivi in diversi ambiti.

Oltre a questi esempi che ho voluto riportare, ne conoscete altri? Vi siete mai interfacciati con queste tipologie di contratti?

Valentina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: